mercoledì 15 aprile 2009

Peso specifico legna da ardere.

Oggi ci occupiamo di peso specifico del legno. Comunemente lo si propone come sinonimo di densità, ma c’è una sottile differenza tra i due concetti fisici. La densità è il risultato del rapporto tra massa e volume; il peso specifico è un rapporto tra peso (ovvero forza) e volume.

Tralasciando ulteriori dati fisici specifici, è chiaro che la densità ed il peso specifico aiutano a capire quale impiego sia migliore per le diverse essenze di legno. Risulta intuitivo che più denso sarà un tronco tanto più lo stesso sarà pesante e difficoltoso al lavoro. Per quanto attiene la legna da ardere, maggiore peso specifico equivarrà a migliori prestazioni in termini di durata della combustione e tenuta del fuoco.

Riportiamo di seguito uno schema con le principali essenze e relativi valori di peso specifico espressi (non ortodossamente) in tonnellate/metro cubo.

n.b. i due valori del peso specifico si riferiscono rispettivamente a legna verde e stagionata


EssenzaPeso Specifico t/m³
abete rosso1 - 0.4
acero1 - 0.55
balsa0.1
castagno1.02 - 0.54
ciliegio1 - 0.7
faggio1.05 - 0.7
frassino1.1 - 0.6
larice0.85 - 0.5
mogano1.01 - 0.6
noce0.9 - 0.6
olmo1 - 0.6
ontano1 - 0.5
palissandro1 - 0.65
pero1 - 0.65
pino0.9 - 0.4
pioppo0.85 - 0.5
pitch-pine0.9 - 0.75
platano1 - 0.55
robinia1.05 - 0.75
rovere1.1 - 0.75
sughero0.24
tiglio0.85 - 0.4

0 commenti:

Aziende in Vetrina

Legna da ardere di castagno offerte ricci legnami

Search

Caricamento in corso...